Gladiatori Milano Flag Football Team
  Il Pensiero di Max...
 

     



JACO 85 ha scritto:
SICURAMENTE ANDANDO AVANTI DI QUESTO PASSO SE NON CI ORGANIZZIAMO A CRESCERE NUOVE LEVE,LE SQUADRE SI ESAURISCONO,SONO TOTALMENTE D'ACCORDO CON TE,MA QUESTO E' UN ALTRO PROBLEMA...

PENSAVO CHE SQUADRE CHE SONO NATE QUEST'ANNO E CHE HANNO PREFERITO COME PRIMO ANNO NON PARTECIPARE AL CAMPIONATO RITENENDOLO TROPPO DIFFICLE PER IL LORO LIVELLO (LA SQUADRA DI MILANO DI MAX BERTOLANI PER ESEMPIO OPPURE LE TRIESTINE REBELS),SAPENDO INVECE DI POTER PARTECIPARE AD UN CAMPIONATO INFERIORE COME CATEGORIA,FORSE GIA' DA QUESTA'ANNO,CI AVREBBERO FATTO UN PENSIERINO A TUFFARSI NELLA MISCHIA....


Salve a tutti,mi permetto di inserirmi in questa conversazione tra amici,visto che ne sono stato chiamato in causa dall'amico ed ex compagno di squadra Jaco#85.
Il progetto Gladiatori Milano Flag Football,quest 'anno prevedeva per mia scelta la non iscrizione al campionato,ma la costruzione e fidelizzazione di una rosa di atleti che capissero cosa volesse dire giocare seriamente a Flag Football,quella di essere atleti seri e coscienziosi disposti a sottoporsi con perseveranza,continuità ed abnegazione a allenamenti duri e costruttivi proprio come devono fare i veri atleti.
Ovviamente sempre se si vuole raggiungere l'obiettivo di fare bene quando si prende l'impegno di iscriversi ad un campionato e di non essere squadre materasso buttate allo sbaraglio senza l'opportuna esperienza.
Personalmente non amo fare il perdente o sposare il motto di De Coubertin,soprattutto per rispetto ai miei atleti e ai miei avversari,mi piace sempre dare il massimo sino alla fine non dando nulla per scontato.
Perciò proprio per mia scelta,ho deciso di dedicarmi alla preparazione dei miei ragazzi con sane,costanti,dure e severe preparazioni atletiche,lunghe sedute di tecnica,tattica e di allenamenti e prove schemi a ripetizione ,proprio per dare ai ragazzi la totale sicurezza e serenità di affrontare il campo e gli avversari.
Mi sono mosso affinchè questo progetto potesse avere delle fondamenta in cemento armato,proprio perchè non voglio che sia una meteora,e lo stesso tipo di mentalità la hanno anche i miei atleti.
Abbiamo una ottima logistica e sede,abbiamo degli ottimi sponsor,ottime divise,un sito aggiornato in continua evoluzione
http://www.gladiatorimilano.it.gg e anche uno spazio televisivo che promuova questa disciplina meravigliosa e la squadra stessa.
Siamo riusciti anche in meno di 4 mesi dalla nascita ad avere 2 amichevoli,una con i Lions Bergamo ed una con i Daemons e dulcis in fundo a settembre avremo un amichevole di lusso contro i Bandits Ferrara il cui fine sarà umanitario per aiutare un associazione ONLUS e parteciperemo probabilmente ad un Bowll organizzato dagli amici Giaguari.
Credo che io abbia voluto muovermi in maniera seria e coscienziosa,proprio per approdare a questa nuova avventura in maniera organizzata e non allo sbaraglio ,ne mandare allo sbaraglio chi come i miei ragazzi hanno creduto in me.
Credo che poi non esistano serie A,B,C o altro,ma se lo dovessero diventare che lo diventino in maniera seria e organizzata,certamente il livello salirà a beneficio di tutto il movimento.Non ripetiamo errori del passato,ma prendiamoli come esempio per crescere e fare bene con la promozione ed il reclutamento di nuove forze e soprattutto tuteliamo i nostri atleti patrimonio prezioso per tutti noi.
Un caro saluto a tutti e grazie per avermi letto Max Bertolani#8

 

 
  Copyright MBRA  
 
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=
Domenica 5 Ottobre Nuovo impegno di solidarietà per i Gladiatori del Fair Play in favore dell'associazione Onlus A.A.E. presso il palazzetto dello Sport di Gaggiano alle ore 18,30. Ci sarà anche un asta benefica presso il Pastarito di Corsico per raccogliere più fondi in favore dell'associazione Onlus A.A.E. con la maglia da gioco del Campione di Football Americano originale di Max Bertolani e la maglia donata da Regina e Giuseppe Baresi con le firme dei campioni dell'Inter...